Informazione
 
 

Contributi agli inquilini morosi incolpevoli, domande entro il 19 gennaio 2018

06 11 2017  - 

BANDO DI CONCORSO

 per l'assegnazione di contributi agli inquilini morosi incolpevoli, annualità 2017, di cui al DL 102/2013 convertito nella L. n. 124/2013

 

  1. Destinatari dei contributi

 

Destinatari dei contributi sono i cittadini residenti nel Comune di Santa Giusta titolari di contratti di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo soggetti ad un atto di sfratto per morosità incolpevole, avvenuto nel corso del 2017,  con citazione in giudizio per la convalida.

Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione a causa della perdita o consistente riduzione di almeno il 30% della capacità reddituale del nucleo familiare o del reddito complessivo, verificatasi prima o durante il 2017.

La situazione di sopravvenuta impossibilità indica una condizione di morosità incolpevole nuova, che identifica una nuova condizione economica dell'inquilino, e deve essere dovuta ad una delle seguenti cause:

- perdita del lavoro per licenziamento;

- accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;

- cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;

- mancato rinnovo dei contratti a termine o di lavoro atipici;

- cessazione di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivante da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;

- malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo familiare o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

  

  1. Criteri per l’accesso ai contributi

 

La concessione dei contributi è subordinata alla sussistenza dei seguenti requisiti:

  1. a) reddito I.S.E. non superiore ad euro 35.000 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 26.000;
  2. b) atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida (emesso dal competente Tribunale);
  3. c) contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9) e residenza nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno al momento della citazione;
  4. d) cittadinanza italiana, di un paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE un regolare titolo di soggiorno;
  5. e) non titolarità da parte del richiedente, o altro componente del nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nella provincia di Oristano di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare.

Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo la presenza all’interno del nucleo familiare di almeno un componente che sia:

- ultrasettantenne;

- minore;

- con invalidità accertata per almeno il 74%

- in carico ai servizi sociali o alle competenti aziende sanitarie locali per l’attuazione di un progetto assistenziale individuale.

Il Comune considera nucleo familiare  quello del richiedente così come risulta composto anagraficamente al momento dell'atto di citazione.

 

  1. Dimensionamento dei contributi

 

 L’importo massimo di contributo, concedibile al richiedente, per sanare la morosità incolpevole accertata, non può superare l’importo di € 12.000.

 

  1. Priorità nella concessione dei contributi

 

I contributi sono destinati prioritariamente in favore di inquilini:

  1. a) Nei cui confronti sia stato emesso provvedimento di rilascio esecutivo per morosità incolpevole, che sottoscrivano con il proprietario dell’alloggio un nuovo contratto a canone concordato;
  2. b) La cui ridotta capacità economica non consenta il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione;
  3. c) Ai fini del ristoro, anche parziale, del proprietario dell’alloggio, che dimostri la disponibilità a consentire il differimento dell’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile.

 

  1. Domanda di contributo

 

Per poter accedere ai suddetti benefici i cittadini interessati devono presentare domanda indirizzata al Comune di Santa Giusta, redatta sull’apposito modulo presente sul sito internet www.santagiusta.or.it e disponibile presso gli uffici comunali.

La domanda dovrà essere corredata da:

 Copia del provvedimento (del competente Tribunale) di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida;

 Copia del contratto di locazione regolarmente registrato e eventuale copia della ricevuta di versamento per il rinnovo della registrazione;

 Copia della Dichiarazione ISEE 2017;

 Eventuale copia del verbale attestante l’invalidità per almeno il 74% rilasciato dall'autorità competente.

Le domande, debitamente compilate e documentate, dovranno essere presentate a mano direttamente all’Ufficio Protocollo, o a mezzo Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) al seguente indirizzo e-mail:  protocollo@pec.comune.santagiusta.or.it, entro la data del 19 gennaio 2017.

I soggetti che hanno avuto uno sfratto entro il 15.10.2017 potranno presentare la domanda entro il 13.11.2017.

 

  1. Formazione e pubblicazione della graduatoria

 

Il Comune procede all’istruttoria delle domande ed ai relativi controlli, anche avvalendosi della Guardia di Finanza, verificandone la completezza e la regolarità.

Le domande incomplete e/o prive della documentazione richiesta non saranno ritenute valide ai fini della formazione della graduatoria.

 

  1. Modalità di erogazione del contributo

Il Comune provvederà all’erogazione del contributo a seguito dell'eventuale concessione e accreditamento, da parte della R.A.S., del relativo finanziamento.

Nel caso di risorse inferiori al fabbisogno rappresentato, i contributi verranno concessi sulla base delle modalità stabilite dalla R.A.S.

 

  1. Rinvio

Per tutto quanto non previsto nel presente bando si fa riferimento alla deliberazione della Giunta Regionale n. 48/34 del 17.10.2017 e alla determinazione del servizio dei LL.PP. n. 40284 del 18.10.2017, consultabili sul sito della Regione Sardegna www.regione.sardegna.it.

 

Santa Giusta,  06.11.2011

 

IL responsabile di procedimento                                                                                             La Responsabile di servizio

Fabrizio Melis                                                                                                                        Dr.ssa Maria Agnese Abis